Scegli una lingua

Come migliorare un preventivo di vendita

by giobby, 15/06/2018

Quante volte un preventivo si è rivelato poco efficace non portando il cliente?

Il preventivo è il biglietto da visita di un’azienda, il primo approccio, e si sa che c’è una sola occasione per fare una buona prima impressione. La comunicazione corretta ed efficace parte quindi proprio da qui. È la possibilità che abbiamo di presentare il prodotto/servizio emergendo sui concorrenti e conquistando il cliente.

Partiamo dal presupposto che un preventivo ha come unico scopo quello di convincere, è un atto di persuasione che deve trasformare l’interessato in cliente ad ogni effetto (e quindi maggiori ricavi per l’azienda), per cui se viene fatto in maniera poco accurata può significare consegnare il cliente al diretto concorrente. Gli investimenti in azioni di marketing si riveleranno inutili se poi si fallisce il bersaglio.

Per ottenere un preventivo incisivo, oltre ad eliminare i contenuti superflui, si può aggiungere un dettaglio -ma solo in apparenza- che è quello delle fotografie del prodotto per cui ci è stata richiesta una stima di prezzo. L’impatto delle immagini è fondamentale e conviene trarne il massimo vantaggio.

Sembrerà assurdo ma i clienti nella loro scelta si affidano molto di più alle fotografie che ai prezzi.

Da bravi primati, abbiamo sviluppato la vista come senso primario e questa svolge un ruolo fondamentale nelle nostre scelte.

Il cliente con il preventivo senza immagini ha a disposizione solo il prezzo e andrà automaticamente dal venditore che lo vende a meno. Per tentare un recupero dovrai abbassare i prezzi spingendo la corsa al ribasso a cui faranno seguito i tagli della qualità.

Il prezzo non risulta persuasivo, le immagini possono esserlo e invogliano il Lead a investire di più.

Archivio