Scegli una lingua

I 5 punti per una fattura perfetta

I 5 punti per una fattura perfetta

by Web Master, 13/07/2018

Ogni imprenditore conosce l’importanza e le piccole difficoltà che si incontrano nell’emettere fattura.

Non è cosa semplice tirare le somme in modo cristallino e facilmente comprensibile al cliente.

Ecco una breve lista di errori e cose da fare in ambito “fattura”.

  1. Non dare niente per scontato è fondamentale professionalmente parlando. Anche di fronte ad un rapporto idilliaco con un cliente che paga regolarmente. Se si dimentica di mandare la fattura, potrebbe a sua volta dimenticarsi di pagare. Non bisogna mai dare per assunto il fatto che si riceverà l’importo pattuito anche senza una fattura. La fatturazione è un compito che richiede priorità.
  2. Nella fattura bisogna essere certi che i termini di lavoro e pagamento siano diretti e comprensibili. Non deve esserci spazio per fraintendimenti e ambiguità.
  3. Si deve essere sicuri del nome dell’azienda a cui mandare la fattura, il nome della persona che si occupa dei pagamenti all’interno e avere almeno un contatto telefonico o di posta di questa persona. Sarebbe frustrante far arrivare la richiesta di pagamento in un posto sbagliato.
  4. Sarà fondamentale inserire quanti più dettagli possibili:

 

  • nome dell’azienda e numero di telefono
  • indirizzo fisico
  • numero fattura
  • data fattura
  • data di scadenza
  • termini di pagamento
  • una lista dettagliata dei prodotti forniti e/o del lavoro completato

5. Il backup è un’altra cosa da non sottovalutare, tra bug e virus non si è mai certi di avere i file al sicuro. Utilizzando una USB o un server cloud esterno che i più aggiornati gestionali possiedono, si può facilmente evitare la perdita dei dati.

 

La fattura non è solo un metodo per ricevere i pagamenti, ma è quindi l’opportunità per dimostrare professionalità e trasparenza; è giusto quindi ritagliarsi del tempo per elaborarla facendo caso ai dettagli.

Archivio