REPORT AZIENDALI ALL’INTERNO DEL GESTIONALE

REPORT AZIENDALI ALL’INTERNO DEL GESTIONALE

by Web Master, 08/06/2018

Per gestire meglio l’attività, per capire in quale direzione andare, quali decisioni prendere, l’amministrazione ha bisogno che i dati inseriti nel gestionale siano disponibili attraverso una sintesi sia numerica che visiva. In pratica, è necessario aggregare questi dati in una reportistica possibilmente suddivisa per area gestionale. Vendite, acquisti, magazzino e contabilità hanno specifiche tipologie di analisi e indici di performance differenti tra di loro, ma che assumono significati diversi se letti in maniera interconnessa. Ulteriore vantaggio dato dai report è quello di poter vedere un determinato valore rapportato ad un periodo precedente, al fine di valutarne l’andamento.

In questo periodo di bilanci (d’esercizio), in cui si è maggiormente concentrati sul mettere a conoscenza di terzi, come banche, associazioni di categoria e agenzia delle entrate, sulla situazione finanziaria e patrimoniale della propria azienda, passa un poco inosservata l’esigenza invece fondamentale per il titolare, di conoscere nel dettaglio l’attività della sua impresa. Ciò è possibile attraverso un gestionale che consente l’analisi dei dati.

La caratteristica di un gestionale integrato è che possiede, tra le varie funzionalità, quella dei visual report. Si tratta della reportistica visiva che permette di avere una panoramica d’impatto delle attività aziendali.

“Vedere è sapere” (W. Eckerson-M. Hammond)

Lo scopo di un sistema di reportistica è quello di fornire la documentazione analitica delle attività d’impresa. Quanti più dati verranno accumulati, tanto più sarà semplice anche nell’immediato futuro fare delle previsioni e prendere decisioni ponderate che portino più facilmente al raggiungimento degli obiettivi.

Le rappresentazioni grafiche comunicano molto più velocemente di tabelle di testo e numeri. Attraverso la visualizzazione, gli utenti possono meglio individuare a colpo d’occhio, problematiche e situazioni che richiedono particolare attenzione e passare all’azione. Inoltre è anche più pratico per capire cosa sta per accadere piuttosto che ciò che è già accaduto. Questa è la bellezza della reportistica visuale.

Grazie al suo potere comunicativo, la visualizzazione dei dati sta prendendo sempre più piede all’interno del mondo del business e non solo.

Esistono due categorie di visualizzazione dati: il visual reporting e la visual analysis. Il primo utilizza grafici e per illustrare le prestazioni economiche. La visual analysis invece consente agli utenti di esplorare visivamente i dati per scoprire nuovi approfondimenti. Mentre la reportistica visiva struttura la navigazione dei dati intorno a metriche predefinite, l’analisi visiva fornisce un grado molto più alto di interattività dei dati. Con l’analisi visiva, gli utenti possono filtrare, confrontare e correlare visivamente i dati alla velocità del pensiero. Gli strumenti di analisi visiva spesso includono anche analisi previsionali, di modellazione e statistiche predittive.

 

Un gestionale potrà essere considerato tanto più performante quanto più sarà fornito di queste tipologie di visualizzazione tecnologica (Data visualization Technology)

Archivio