Scegli una lingua

Causali ritenuta d’acconto

by Web Master, 05/02/2019

Questo dato dovrebbe fornirvelo il vs consulente fiscale.

Di seguito l’elenco delle causali:

A: Prestazioni di lavoro autonomo rientranti nell’esercizio di arte o professione abituale.

B: Utilizzazione economica, da parte dell’autore o dell’inventore, di opere dell’ingegno, di brevetti industriali e di processi, formule o informazioni relativi a esperienze acquisite in campo industriale, commerciale o scientifico.

C: Utili derivanti da contratti di associazione in partecipazione e da contratti di cointeressenza, quando l’apporto è costituito esclusivamente dalla prestazione di lavoro.

D: Utili spettanti ai soci promotori e ai soci fondatori delle società di capitali.

E: Levata di protesti cambiari da parte dei segretari comunali.

G: Indennità corrisposte per la cessazione di attività sportiva professionale.

H: Indennità corrisposte per la cessazione dei rapporti di agenzia delle persone fisiche e delle società di persone, con esclusione delle somme maturate entro il 31.12.2003, già imputate per competenza e tassate come reddito d’impresa.

I: Indennità corrisposte per la cessazione da funzioni notarili.

L: Utilizzazione economica, da parte di soggetto diverso dall’autore o dall’inventore, di opere dell’ingegno, di brevetti industriali e di processi, formule e informazioni relative a esperienze acquisite in campo industriale, commerciale o scientifico.

M: Prestazioni di lavoro autonomo non esercitate abitualmente, obblighi di fare, di non fare o permettere.

N: Indennità di trasferta, rimborso forfetario di spese, premi e compensi erogati: ad esempio nell’esercizio diretto di attività sportive dilettantistiche.

O: Prestazioni di lavoro autonomo non esercitate abitualmente, obblighi di fare, di non fare o permettere, per le quali non sussiste l’obbligo di iscrizione alla gestione separata (Circ. Inps 104/2001).

P: Compensi corrisposti a soggetti non residenti privi di stabile organizzazione per l’uso o la concessione in uso di attrezzature industriali, commerciali o scientifiche che si trovano nel territorio dello

Q: Provvigioni corrisposte ad agente o rappresentante di commercio monomandatario.

R: Provvigioni corrisposte ad agente o rappresentante di commercio plurimandatario.

S: Provvigioni corrisposte a commissionario.

T: Provvigioni corrisposte a mediatore.

U: Provvigioni corrisposte a procacciatore di affari.

V: Provvigioni corrisposte a incaricato per le vendite a domicilio e provvigioni corrisposte a incaricato per la vendita porta a porta e per la vendita ambulante di giornali quotidiani e periodici (L. 25.02.1987, n. 67).

W: Corrispettivi erogati nel 2013 per prestazioni relative a contratti d’appalto cui si sono resi applicabili le disposizioni contenute nell’art. 25-ter D.P.R. 600/1973.

X: Canoni corrisposti nel 2004 da società o enti residenti, ovvero da stabili organizzazioni di società estere di cui all’art. 26-quater, c. 1, lett. a) e b) D.P.R. 600/1973, a società o stabili organizzazioni di società, situate in altro Stato membro dell’Unione Europea in presenza dei relativi requisiti richiesti, per i quali è stato effettuato nel 2006 il rimborso della ritenuta ai sensi dell’art. 4 D. Lgs. 143/2005.

Y: Canoni corrisposti dal 1.01.2005 al 26.07.2005 da soggetti di cui al punto precedente.

Z: Titolo diverso dai precedenti.