Scegli una lingua

La comodità di un CRM centralizzato

La comodità di un CRM centralizzato

by Web Master, 22/10/2018

Secondo un nuovo studio, molti marketer business-to-business (B2B) stanno avendo problemi con l’utilizzo dei dati delle relazioni con i clienti.

Un’azienda del New Jersey specializzata nell’analisi di dati commerciali, la Dun & Bradstreet, ha condotto un sondaggio e hanno visto che su 250 professionisti delle vendite e del marketing B2B statunitensi, circa quattro su dieci intervistati hanno dichiarato di avere grandi difficoltà quando si tratta di integrare i dati nei loro sistemi di gestione delle relazioni con i clienti (il famoso CRM). Solo il 13% degli intervistati ha dichiarato di possedere una buona capacità di integrare i dati nei sistemi CRM.

Il CRM è da tempo uno strumento di vendita e marketing per molte aziende B2B, ma molte non si sono strutturate in modo da rendere efficiente l’inserimento dei dati.

È difficile integrare i dati in qualsiasi sistema ha affermato Mueller responsabile globale marketing di Dun & Bradstreet. “Se si alimentano dati grezzi in un sistema CRM senza un processo che ‘ripulisca’, strutturi e connetta tali dati, è molto difficile poi utilizzarli per prendere decisioni. In effetti, potrebbe rendere l’attività più difficile perché si possono ottenere dati in conflitto “.

Molte integrazioni di dati si basano sull’importazione manuale di fogli di calcolo, facile intuire che è un processo soggetto a errori, secondo Adam Hecht, direttore del product management presso la ditta CRM di Boostr.

Un altro problema che rende difficile per le organizzazioni ottenere il massimo dai propri dati CRM è che diversi reparti dell’organizzazione possono utilizzare piattaforme diverse per ospitare questi dati.

“Al fine di massimizzare veramente il modo in cui viene utilizzato un CRM, deve essere collegato ad un unico sistema in tutta la società, in modo che le aziende possano avere un quadro completo del cliente”, ha affermato Mueller.

La soluzione è centralizzare i dati.

In uno studio del febbraio 2018 da parte di Winterberry Group, Data & Marketing Association e Interactive Advertising Bureau di 113 marketer nordamericani, editori e sviluppatori di tecnologia, circa la metà degli intervistati ha affermato che centralizzare la proprietà dei dati sarebbe uno dei cambiamenti più importanti che la loro organizzazione potrebbe fare per ottenere valore dai loro dati.

Il problema ancora attuale è di facile risoluzione quindi utilizzando e installando all’interno delle aziende un gestionale cloud integrato. La soluzione cloud ovvierebbe anche alla difficoltà di connessione tra i vari reparti aziendali.

Archivio